Ingegneria civile e ambientale Paesaggistico

Laurea Triennale di Ingegneria Civile e Ambientale indirizzo “Paesaggistico”

 

Il Corso
Il corso di laurea in Ingegneria Civile e Ambientale, indirizzo Paesaggistico, consente l’acquisizione delle competenze di base necessarie ad affrontare lo studio delle materie più applicative tipiche dell’ingegneria civile e ambientale con particolare attenzione agli aspetti legati al paesaggio. Gli insegnamenti specifici dell’indirizzo Paesaggistico forniscono conoscenze approfondite che riguardano la progettazione del territorio, la bonifica del territorio, le valutazioni ambientali e la sostenibilità del progetto.

Obiettivi
I laureati in Ingegneria Civile e Ambientale indirizzo Paesaggistico:
› acquisiscono un’adeguata conoscenza dei metodi della matematica e delle altre scienze di base;
› sono in grado di utilizzare le tecniche e gli strumenti per la progettazione urbana;
› sono in grado di applicare i processi di controllo ambientale e per la tutela del paesaggio;
› hanno gli strumenti per poter valutare l’impatto delle soluzioni ingegneristiche nel contesto sociale e fisico ambientale;
› sono in grado di comunicare informazioni, problemi e soluzioni a interlocutori specialisti e non specialisti;
› acquisiscono adeguate conoscenze riguardo i contesti aziendali e la cultura d’impresa nei suoi aspetti economici, gestionali e organizzativi.

Didattica
Il corso di laurea è strutturato in modo da fornire agli studenti specifiche capacità di applicazione delle conoscenze apprese. Oltre all’insegnamento dei fondamenti teorici prevede infatti:
seminari
› indagini bibliografiche e sitografiche
› elaborazione di progetti ed esercitazioni
› analisi di materiali e prodotti audiovisivi
› lavori di gruppo.
Attività con valenza di tirocinio formativo completano il percorso accademico.

Sbocchi Occupazionali e Professionali
Il corso di laurea in Ingegneria Civile e Ambientale, indirizzo Paesaggistico, consente l’acquisizione di competenze professionali necessarie per operare nei seguenti contesti:
› libera professione
› studi professionali e società di progettazione di opere, impianti e infrastrutture
› uffici pubblici di progettazione, pianificazione, gestione e controllo di sistemi urbani e territoriali
› aziende, enti, consorzi e agenzie di gestione e controllo ambientale e per la tutela del paesaggio
› società di servizi per lo studio di fattibilità dell’impatto urbano e territoriale delle infrastrutture.

PIANO DI STUDI

I Anno
Analisi matematica – 12 crediti
Meccanica razionale e statica – 9 crediti
Tecniche di rappresentazione – 6 crediti
Chimica applica e tecnologia dei materiali – 9 crediti
Fisica – 9 crediti
Fondamenti di informatica – 6 crediti
Geometria analitica – 6 crediti
Lingua inglese – 3 crediti

II Anno
Fisica tecnica e impianti tecnici – 9 crediti
Principi di restauro architettonico – 9 crediti
Idraulica e costruzioni idrauliche – 9 crediti
Meccanica delle strutture – 9 crediti
Tecnica e pianificazione urbanistica – 6 crediti
Geologia applicata – 9 crediti
Geotecnica e fondazioni – 9 crediti

III Anno
Ecologia – 9 crediti
Progetto di strutture – 12 crediti
Geomatica – 9 crediti
Fondamenti di ingegneria economico-gestionale – 6 crediti
A scelta dello studente – 12 crediti
Tirocinio – 6 crediti
Prova finale – 6 crediti

Insegnamenti a scelta dello studente
Sistemi costruttivi industrializzati – 6 crediti
Restauro degli edifici – 6 crediti
Conservazione della natura e delle sue risorse – 6 crediti
Analisi numerica – 6 crediti
Rilevamento geologico-tecnico – 6 crediti
Fondamenti di ingegneria sismica – 6 crediti
Misure e controllo dell’efficienza degli edifici – 6 crediti
Informatica grafica e BIM – 6 crediti
Sistemi informativi territoriali – 6 crediti
Fondamenti di infrastrutture viarie – 6 crediti